Fiori da regalare per la Festa della Mamma

 

Le origine di questa festa risalgono alle civiltà greco-romana, che durante il periodo primaverile festeggiavano le divinità femminili legate alla fertilità e alla terra. I greci festeggiavano la mamma nel giorno dei festeggiamenti della dea Rea , madre di tutti gli dei, i romani invece dedicavano un settimana intera alla divinità Cibele simbolo della natura e di tutte le madri.

Queste festività legate alle divinità andarono scomparendo e nel Medio Evo la festa della mamma si legò alla maternità della Madonna, la madre di Dio.

La Festa della Mamma non è una ricorrenza italiana, ma viene festeggiata in tutto il mondo in modo diverso, ecco qui alcuni spunti;

In Inghilterra risale al XVII secolo, si festeggiava la quarta domenica di quaresima, giornata in cui i bambini che si trovavano lontano dalle proprie famiglie per imporre un lavoro , ritornavano in famiglia per un giorno con fiori o regali per la loro madre.

Oggi si festeggia ancora la quarta domenica di quaresima e si festeggia la mamma, con fiori e altri regali ,considerata l’elemento fondamentale per l’unione della famiglia

In Italia nacque nei anni cinquanta in due diverse occasioni una legata a motivi commerciali e l’altra a motivi religiosi,ma entrambe volte a voler valorizzare e riconoscere la forza del ruolo della mamma considerata il perno della famiglia . Nel 1958 ci fu una vera e propria proposta di legge per istituire la Festa della Mamma che scatenò lunghe discussioni e perplessità, ma prese ugualmente piede in Italia.

Tale festa fu fissata per l 8 maggio e solo dopo il 2000 si decise di fissarla alla seconda domenica di maggio e quest’anno sarà il 13 maggio.

Generalmente i bambini regalano lavoretti eseguiti a scuola, ma sempre più si tende ad accompagnarli con omaggi floreali e si possono scegliere quelli più indicati per la propria mamma visitando efiori.com

Il significato dei fiori aiuterà a capire quale sia il più adatto ad esprimere quello che non siete mai riusciti a dire alla vostra mamma.

Ecco i 5 fiori ideali da regalare alla vostra mamma;

Dolce pensiero per una persona veramente speciale

9 Rosa rosa

Fiore classico sempre gradito alle donne e per la mamma scegliete la tonalità del rosa (link rose rosa)

 

 

 

 

 

 

 

Un tocco in più che riempe la stanza. Raffinato omaggio da regalare ad una persona davvero speciale.

CESTO CON 2 ORCHIDEA BIANCHE

Simbolo di bellezza, purezza ed eleganza. Non c’è donna che non resti affascinata dall’eleganza e delicatezza dei suoi fiori

 

 

 

 

 

Caldissimo Bouquet di Girasoli e Solidago

Bouquet di Girasoli e Solidago

 

Portate un raggio di sole in casa e regalate un sorriso alla vostra mamma. Il girasole infonde gioia e felicità

 

 

 

 

 

 

 

Le più semplici... ma le più amate!

MAZZO DI MARGHERITE BIANCHE

Un bel mazzo di margherite sarà un omaggio che vostra mamma saprà apprezzare

 

 

 

 

 

 

 

Elegante mazzo di calle di colore bianco

CALLE BIANCHE

Alte ed eleganti il fiore perfetto per le mamme più raffinate.

 

 

 

Calle Bianche e Colorate

CALLA PIANTA E FIORE

Calle bianche

Calle spontanee durante la fioritura

La calla è una pianta sempreverde ed ha un rizoma molto grande è originaria del Sudafrica, ma è molto amata in Italia. In realtà non si tratta di un fiore ma bensì della  deformazione di una foglia con tante piccole inflorescenze al suo interno.

Il suo significato è molto vario a seconda delle situazioni, viene utilizzata ad ampio spettro da matrimoni a funerali. Sia nelle calle bianche che nelle calle colorate si intersecano significati positivi e negativi. Sono contrastanti quindi molto contrastanti ma sempre molto validi per esprimere sentimenti, desideri ed emozioni in qualunque occasione della vita.

Calle Bianche

Mazzo di calle bianche

Si tratta di un fiore particolarmente bello, tanto da suscitare nel tempo l’ attenzione di molte persone e da influenzare diversi aspetti culturali che le hanno attribuito i significati più svariati.

Un antico retaggio della mitologia romana identifica nella calla un simbolo fallico e a tal proposito le vengono attribuiti significati erotici e lussuriosi.

Si possono comunque evidenziare più positività che negatività. Ad esempio si può spaziare dal candore delle calle bianche, all’audacia delle calle colorate che simboleggiano ardore, passione e seduzione.

Bouquet da sposa

Bouquet da sposa calle bianche

Nelle cerimonie nuziali si usa porgere alla sposa stupendi bouquet di calle bianche per via della loro eleganza perché esprimono, candore e purezza tipica dell’ occasione.

Nei funerali trasmette il ricordo per una persona che ci ha lasciati in modo prematuro.

Le calle rosse evocano la passione ed erotismo, mentre la calla rosa simboleggia la femminilità.

La calla viola esprime tristezza e dolore, e per questo motivo viene molto usata nelle cerimonie funebri

Molto utilizzate sono le calle gialle e arancio simbolo di bellezza semplice e nel contempo raffinata.

Calle colorate

Bouquet di calle colorate

 UN PO’ DI MITOLOGIA

Nella mitologia greca si possono annoverare svariate leggende, abbiamo deciso di riportarne due in estrema sintesi.

Si afferma che la prima tra le calle bianche fu creata da alcune gocce di latte materno cadute dalla dea Era (divinità del matrimonio) e altre gocce che rimasero in cielo diedero origine alla Via Lattea.

Un’ altra narra che le calle colorate nacquero dalle lacrime di Eva quando venne cacciata dal Eden.

NELLA RELIGIONE

Nella tradizione iconografica cristiana si racconta che tra le prime calle bianche nacque dalle lacrime di Maria quando pianse ai piedi della croce di Gesù .

Spesso il manto della Madonna viene rappresentato con delle calle bianche legando così le calle al candore, alla purezza,  la castità, la santità e la beatitudine.

TRADIZIONE POPOLARE

Nella tradizione popolare la calla è stata considerata un simbolo fallico e sinonimo di virilità maschile

Si narra che si usasse chiedere alle gestanti se preferivano una calla o una rosa, se sceglievano una calla il nascituro era un maschio

Nella storia la calla ha assunto anche significati politici, infatti questo fiore fu scelto come simbolo della Repubblica D’Irlanda che nacque nel 1916 subito dopo Pasqua; infatti veniva commercializzata proprio in questo periodo e veniva definita Giglio di Pasqua.

NEL MONDO DEI SOGNI

Anche nel mondo dei sogni la calla la fa da padrona, chi sogna la calla ha un particolare modo di vivere la sessualità maschile

Altra cosa se si sogna delle calle sopra una bara, infatti significa che non ci si vuole arrendere alla conclusione di un periodo/ rapporto che è ormai finito.

NEI TATUAGGI

Anche il mondo dei tatuaggi si occupa molto della calla che viene considerata un simbolo di sessualità maschile, ma che è anche molto gradita dalle donne.

La calla tattoo e rappresentata con calle bianche e gialle e simboleggia femminilità, grazie, compostezza, raffinatezza e semplicità.

CURIOSITA’

La calla può essere coltivata nel terreno o anche in vaso ed è abbastanza facile coltivarla.

Non tutti sanno però che a fine della fioritura non bisogna togliere il fogliame, ma che occorre attendere che le foglie ingialliscano e si secchino.

Risulta importante seguire questa pratica, così facendo si eviterà che le sostanze nutritive  della calla vengano compromesse e così facendo non si otterrà una buona fioritura l’anno successivo.

Se ti è piaciuto e hai trovato utile il nostro articolo condividilo sulla tua pagina Facebook!

Ci vediamo presto con la prossima puntata.

Efiori.com – Consegna Emozioni 

Tulipani Olandesi e coltivazione dei bulbi

Tulipani

Campo di tulipani dai colori favolosi

Forse non lo sapevate, ma il tulipano è il simbolo del vero amore viene indicato come il simbolo della vera dichiarazione d’amore, la motivazione è legata ad un antica leggenda persiana che racconta proprio di una delusione d’amore.

IL NOME E LA LEGGENDA DEL TULIPANO

Tulipani di colore arancio

Il nome tulipano deriva dal turco “tullband” che significa turbante, probabilmente per la sua caratteristica forma, i tulipani sono molto presenti nella cultura turca, infatti li ritroviamo in molte fiabe come ad esempio “Le mille e una notte”
Una famosa leggenda persiana racconta di un giovane di nome Shirin era innamorato di una bella giovane di nome Ferhad
Il giovane partì in cerca di fortuna lasciando la sua amata
Ferhat attese per molto tempo il suo ritorno disperandosi per il suo mancato rientro.
Un giorno mentre vagava cercando il ragazzo cadde e si ferì, pianse molto pensando che sarebbe morta senza rivedere il suo amato, le lacrime della ragazza si mescolarono con il sangue e da quel giorno ogni anno a primavera fioriscono dei bellissimi tulipani rossi in ricordo di questo amore tristemente conclusosi

Mazzo di tulipani rossi

 

Nel linguaggio dei fiori regalare un tulipano rosso è come dire” ti amo e ti amerò per sempre “ il tulipano violetto una dichiarazione d’amore non molto impegnativa, mentre il tulipano giallo simboleggia un amore solare e spensierato
e il tulipano bianco indica amore puro.

Mazzo di tulipani misti

Curiosità’ : LA BOLLA DEI TULIPANI O TULIPANOMANIA

I tulipani furono introdotti in Europa alla metà del 1500 , pian piano tutti desideravano possedere i bulbi di questi nuovi fiori.
Alle prima metà del 1600 il prezzo dei bulbi di tulipani raggiunse prezzi esorbitanti e tutti volevano accaparrarsi il possesso di questi preziosissimi bulbi, per la legge del mercato della domanda/offerta i prezzi continuarono a salire ed era diventato uno stato sociale possedere bulbi di tulipano.
Nel 1637 si cominciò a pensare che i prezzi dei tulipani fossero troppo alti e si comincia a vendere dando origine così alla bolla dei tulipani che fu una bolla speculativa sui prezzi dei bulbi di tulipani esplosa in Olanda nel Seicento e fu la prima documentata nel mondo del capitalismo. Alcuni olandesi, inclusi uomini d’affari , possedevano contratti con prezzi 10 volte superiori al prezzo reale di mercato e caddero in rovina finanziaria.
La nostra crisi economica del 2008 è stata paragonata più volte da economisti alla Bolla dei tulipani.

Se ti è piaciuto questo articolo faccelo sapere condividendolo sui tuoi social!

Ci vediamo al prossimo articolo!

 

 

 

Decora la tua tavola Pasquale con i fiori

Fiori per pasqua

Fiori primaverili adatti al giorno di Pasqua

La Pasqua è la principale solennità della religione cristiana . Essa celebra la resurrezione di Cristo, avvenuta il terzo giorno dalla sua morte per crocifissione come descritto dagli apostoli nei vangeli.

Il giorno 01/04/2018 festeggeremo la S. Pasqua di resurrezione di Gesù Cristo.

La data della Pasqua, variabile di anno in anno in base alle fasi dei dei cicli lunari, cade la domenica successiva alla prima luna piena di primavera, grazie ciò vengono anche stabilite le date per la Quaresima (quaranta giorni che precedono la Pasqua) e per la Pentecoste in cui si ricorda l’ascensione di Gesù al cielo e  la si festeggia nel cinquantesimo giorno dopo la Pasqua.

Fioriture del periodo pasquale

I dolci di Pasqua

A Pasqua è usanza donare uova di cioccolato. In realtà questa usanza è frutto di modifiche avvenute nel tempo, in principio si regalavano uova vere, con il guscio colorato, a simboleggiare la gioia della rinascita e che la vita ricomincia.

Diverse sono le leggende che vorrebbero far risalire la Colomba pasquale ai tempi dei longobardi, si narra che, durante l’assedio di Pavia, al re longobardo Alboino fu consegnata  in segno di pace un pan dolce a forma di colomba.

Un’altra leggenda vuole la colomba pasquale sia legata alla regina Teodolinda ed il santo San Colomabano. San Colombano, insieme ai suoi abati,  al loro arrivo in città, siano stati accolti  dai sovrani longobardi con un ricco pranzo. Gli furono servite numerose vivande con molta selvaggina rosolata, ma Colombano ed i suoi, benché non fosse di venerdì, tenendo in considerazione il periodo di quaresima  rifiutarono quelle carni troppo ricche per in un periodo di penitenza quale quello quaresimale. La regina si offese non capendo, San Colomabano alzò la mano destra e benedisse il pranzo, di colpo le pietanze si trasformarono in candide colombe bianche di pane , la regina ne rimase colpita e capì la santità dell’abate.

La colomba bianca divenne il simbolo iconografico del santo che viene raffigurato con la colomba bianca sulla spalla

LA NATURA RINASCE

Qualunque sia la data della Pasqua essa è sempre comunque nei giorni di Primavera, momento in cui tutta la natura si risveglia dal sonno invernale ed è ovunque un rifiorire di profumi e colori.

Questo rifiorire coinvolge tutti e si desidera abbellire la propria casa di composizioni floreali corate che rallegrano le nostre case.

Durante i pranzi Pasquali sono indubbiamente i centri tavola ad occupare una posizione di rilievo all’interno delle tavole imbandite cariche dei più svariati e prelibati cibi.

Elegante centro tavola composto da fiori e frutta

Se ti è piaciuto il nostro articolo faccelo sapere e condividilo sulle pagine dei tuoi social!

Alla prossima e Felice Pasqua a tutti voi!

 

I Fiori Primaverili per decorare la tua casa

PRIMAVERA

La primavera entra nelle nostre case: colori, profumi e fresche emozioni. Fiori freschi, tessuti colorati e floreali, carte da parati, cornici, frutta e verdura per ridare un nuovo look alla propria abitazione.

FIORI FRESCHI DI PRIMAVERA

Sono indubbiamente i fiori a farla da padrone in questa voglia di cambiamento che ci prende all’arrivo della primavera.
La natura rifiorisce con molte varietà di fiori che fanno capolino: tulipani, azalee, fresie, gelsomini, margherite, mimose, narcisi ranuncoli e primule.

Un esempio di ciò di cui stiamo parlando, può essere visto in questo piccolo estratto di video della creazione di un bouquet primavera.

Bouquet primavera con, margherite, santini, gerbere miste, solidago, alstromeria, roselline

 

Durante la primavera si sente la voglia di mettere i fiori ovunque , non solo sui balconi o terrazzi : si possono mettere al centro della tavola della sala da pranzo così da arricchirla a dovere per un pranzo domenicale, in salotto, ma anche in bagno o all’ingresso della casa.
In questo modo si possono utilizzare tante composizione diverse che regalano colore e profumi, trasmettendo allegria e vitalità grazie alla nuova stagione che arriva dopo il lungo sonno invernale.

Bouquet di ranuncoli Arancio e verde

L’inizio della primavera nell’emisfero boreale è collocato al 21 marzo quando si verifica l’equinozio che si distingue poiché le ore diurne durano tanto quanto le ore notturne
In particolare c’è un risveglio della natura e nell’immaginario collettivo coincide con un risveglio dal letargo invernale con lo sbocciare di fiori primaverili.
L’abbondanza di fiori freschi primaverili con caldi colori ci porta a voler decorare ed abbellire le nostre case e le nostre tavole, in attesa della bella stagione che sta arrivando

Bouquet con ranuncoli arancio, solidago e felce

Il termine “Primavera” viene usato anche in campo sportivo per indicare quelle formazioni sportive composte da atleti giovani quasi a sottolineare la freschezza che pervade durante questa stagione

Clicca qui per poter ammirare composizioni di fiori freschi primaverili.

Guarda il video della realizzazione di un bouquet di fiori freschi

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui tuoi social!

La Festa del Giorno di San Patrizio

FESTA DI SAN PATRIZIO

Il 17 marzo è il giorno di San Patrizio, Santo Patrono d’Irlanda, in suo onore il mondo si colorerà di verde, scopriamo insieme il perché e le origini della festività.

San Patrizio, molto probabilmente si rifà a Patrizio nato a Kilpatrick però non si conosce la data certa della nascita che viene indicativamente fissata tra il 385 e il 392 dopo Cristo.

Giunse in Irlanda verso i 16 anni trasportato ad opera di pirati, si dedicò all’attività di pastore nella contea di Antrim.

Per sei anni si cimentò nell’apprendimento delle pratiche dei druidi e della lingua gaelica e poi finalmente riuscì a scappare ed imbarcarsi per l’Inghilterra.

Dalle fonti rinvenute si apprende che divenne molto credente pregando in ogni momento della sua vita, fece anche molti sogni particolari, ma quello per lui più importante fu quello in cui una voce lo invitava a cristianizzare tutta l’Irlanda. Questo ebbe molta presa su di lui che si trasferì in francia presso il Monastero di Auxerre dove si preparò al sacerdozio.

Papa Celestino lo battezzò con il nome di Patrizio e lo incaricò di cristianizzare l’Irlanda eliminare il paganesimo. Diventato vescovo tornò in Irlanda, dove però fu minacciato di morte e catturato.

Ancora una volta nella sua vita riuscì a fuggire e a salvarsi, iniziando a percorrere l’Irlanda in lungo e in largo predicando il cristianesimo, soccorrendo i bisognosi operando miracoli.

Il suo impegno fu talmente meritevole che gli furono dedicate molte chiese, la più importante delle quali si trova a Dublino.

Non ci sono fonti certe sulla sua morte anche se la maggior parte degli storici suppone sia sopravvenuta il 17 marzo 461 d.c.

FESTA DI SAN PATRIZIO: LA TRADIZIONE E IL VERDE

IL 17 Marzo si festeggia la Festa di San Patrizio ed in Irlanda è Festa Nazionale.

San Patrizio non è solo il Santo Patrono dell’Irlanda, ma anche della Nigeria, dell’Isola di Monserrat e … della categoria professionale degli ingenieri.

Svariati sono i festeggiamenti e i più belli si svolgono a Dublino, seguiti da quelli di Montreal e di Cicago. In questa occasione tutti gli addobbi e anche i colori dei vestiti sono verdi.

Bouquet verde, originale e incantevole, composto da santini verdi e leucodendri

Secondo la tradizione la motivazione del colore verde ha le sue radici sul trifoglio che San Patrizio utilizzò per spiegare agli irlandesi pre-cristiani la Santa Trinità.

Se ti è piaciuto il nostro articolo condividilo sui tuoi social!

Il fiore e il cocktail mimosa

Fiori gialli: la mimosa

Ramoscelli di mimosa

Molti sono i fiori gialli presenti in natura, ma indubbiamente il simbolo della festa delle donna, è la mimosa
A marzo i giardini sono pieni di alberi di mimosa in fiore ed è per questo motivo che la mimosa nel 1946 a Roma fu scelto come il fiore da mettere all’occhiello nel giorno delle iniziative rivolte alle donne .La scelta fu motivata per il suo aspetto delicato, ma profumo molto intenso.

Perché la Mimosa è il simbolo dell’8 Marzo?

Cascata di Mimosa

La mimosa fu il fiore scelto dalle donne dell’unione donne d’Italia (UDI) a cui appartenevano donne del PCI,PSI,Sinistra Cristiana, Democrazia del Lavoro, Partito d’Azione

La sua prima apparizione in Italia fu 8 marzo 1946

Già da decenni l’8 marzo come la Giornata Internazionale della Donna veniva celebrato nel mondo , la scelta della data sembra legata ad un tragico evento avvenuto 8 marzo 1908 in cui persero la vita 100 donne che lavoravano in condizioni di non sicurezza, altri ritengono che che in realtà ci si rifaccia ad un altra tragedia avvenuta nel 1911 , In America si festeggiava la festa della donna dal 1909, in alcune parti d’Europa dal 1911 ed in Italia prese definitivamente piede nel 1922, tale festività venne e viene utilizzata negli anni per sponsorizzare i diritti delle donne a pari opportunità sociali economiche.

L’obiettivo non è ancora del tutto raggiunto, anche se dobbiamo riconoscere che di strada se ne è fatta parecchia a partire dal diritto al voto femminile che risale proprio al marzo del 1946.
Il delitto d’onore non era perseguibile fino al settembre 1981

Ora esistono ancora vari problemi irrisolti tra cui l’orrenda piaga del femminicidio e delle molestie sessuali,anche se l’opinione pubblica mondiale sta avendo proprio in questi mesi una forte partecipazione a questi gravi problemi, ed è iniziata una profonda rivoluzione mondiale e culturale che non sarà facile né breve, ma segna comunque una rivolta epocale.

Occorre impegnarsi tutti ogni giorno deve essere la festa della donna

Torta Mimosa

I primi segnali di compartecipazione alla causa femminile per rivendicare le pari opportunità risalgono agli anni 50 in cui i ristoratori laziali inventarono la torta di mimosa
Nella preparazione di questo dolce non viene utilizzata la mimosa che è velenosa.
Il nome della torta è legato al suo aspetto, formato da pezzetti di pan di Spagna disposti sulla torta per ricordare appunto la pianta della mimosa. La preparazione richiede di staccare una fetta orizzontale dal pan di Spagna (come una sorta di coperchio) e di togliere la parte interna che, opportunamente sbriciolata, servirà a creare “l’effetto mimosa”. Il pan di Spagna può essere bagnato con un liquore dolce, come il Marsala, ma anche con succo di ananas. La farcitura è composta da crema pasticcera, con l’eventuale aggiunta di panna montata oppure marmellata. Viene impiegata anche frutta fresca o sciroppata.

Mimosa: Non solo un Fiore ma anche un buonissimo Cocktail

Il Mimosa è estremamente simile al Buck’s Fizz, un cocktail creato da McGarry al Buck’s Club di Londra nel 1921. Mentre l’originale Buck’s Fizz prevede due parti di Champagne e una di succo d’arancia, il Mimosa vuole che le quantità di arancia e Champagne siano identici: 75cl ciascuno.

Una sua variante è il Grand Mimosa, che si ottiene con l’aggiunta di Grand Marnier al mix.

Mazzo di Mimosa raffinato

Il ciclamino, il perfetto fiore invernale

Il ciclamino, il perfetto fiore invernale

Tra i fiori invernali da balcone o per il tuo giardino vi è sicuramente il Ciclamino. I consigli su come curarli, e l’origine del loro significato, solo da Efiori!

Ciclamini Rosa,Bianco,Viola

I ciclamini sono delle piante invernale che ben resistono alle temperature fredde:

E’ facile riconoscere i ciclamini per la forma cuoriforme delle foglie di colore verde intenso, le tonalità dei fiori sono sempre pastella e di colore bianco, rosso, rosa o, color “ciclamino “ che per antonomasia è diventato un valido sostituto del color fucsia

Crescono spontaneamente, ma è possibile anche coltivarli e o in giardino o in vaso.

Cesto di ciclamini rossi

SIGNIFICATO  DEI CICLAMINI

I ciclamini  ha un significato molto particolare , infatti viene considerato un amuleto, in grado di portare fortuna in tanti modi: si pensa che diffondere l’essenza di ciclamino nel luogo in cui si lavora o si lavora accresca il proprio prestigio personale.

Inoltre essendo considerato un amuleto lo si regala anche a chi è un po’ sfortunato volendo augurargli buona fortuna.

Nel linguaggio dei fiori il ciclamino simboleggia anche scarsa fiducia e viene utilizzato con un duplice significato: sia che la persona che lo riceve ha una scarsa fiducia in se stessa, sia che chi lo invia ha scarsa fiducia su chi lo riceve.

Pianta di ciclamino bianco

COME FAR CRESCERE UN CICLAMINO

In natura i ciclamini crescono molto bene all’ombra sotto i pini , se invece vogliamo coltivarli in un vaso dobbiamo fare attenzione ad esporli alla luce, ma che non sia diretta

Il terriccio deve essere acido e ricco di humus e magari arricchito con compost casalingo

Il ciclamino ha bisogno di poca acqua e quindi occorre fare attenzione a non inaffiare troppo spesso, ma soltanto ogni 2/3 giorni durante il periodo della fioritura e dopo diradare le innaffiare nel periodo in cui le piante vanno a riposo da marzo a settembre Il terreno non deve mai essere troppo umidi altrimenti le radici marciscono, occorre infatti ricordarsi di svuotare sempre i sottovasi

La fioritura avviene nei mesi invernali e i fioccheranno alla fine del periodo a quel punto si potrà togliere le parti secche con molta delicatezza e lasciarle riposare nel periodo estivo per vederle poi riprendersi all’avvicinarsi del periodo invernale.

Cesto di ciclamini rosa

IL CICLAMINO NELLA STORIA E NELLA LEGGENDA

Il suo nome deriva dal greco e significa “cerchio “. Gli antichi greci ritenevano che il ciclamino simboleggiasse la fecondità, poiché la sua forma ricordava quella dell’utero femminile

Il ciclamino era consacrato alla dea Ecate era anche chiamato pianta di Ecate

Nel periodo medioevale il suo nome fu modificato diventando la pianta del diavolo per sottolineare il fatto che la dea Ecate era considerata legata ai riti magici e alla malignità

Secondo alcune credenze cristiane il fiore veniva abbinato a Maria, poiché a volte presenta alcune macchioline rosse che , secondo le credenze popolari , rappresentavano il dolore della Madonna per la crocifissione di Cristo.

Pianta di ciclamino rossa

Il giorno di San Valentino e la rosa rossa

Rose rosse il 14 febbraio


Il 14 febbraio è una data convenzionalmente riconosciuta in molti Paesi come come festività degli innamorati. Le modalità di festeggiamento variano in base ai differenti Paesi che si possono prendere in considerazione, una costante è però presente in ognuno di questi: LA ROSA ROSSA

 

Molteplici sono le ricorrenze festive che hanno una matrice di origine leggendaria e anche in questo caso per condurre un’indagine rivelatoria sulla motivazione per cui a San Valentino si regala almeno una simbolica rosa rossa, dobbiamo inoltrarci nell’ affascinante mondo delle leggende.

Chi era San Valentino? Cenni storici

Valentino (Interamna Nahar, l’odierna Terni, nel 176 d.C. – Roma 14 febbraio 273 d.C.) fu vescovo di Terni, martire, patrono degli innamorati e protettore degli epilettici. Venne canonizzato Santo dalla Chiesa Cattolica ed Ortodossa e in un secondo momento anche dalla Chiesa Anglicana.

Dedicò la sua vita all’ evangelizzazione delle comunità non ancora convertite al Cristianesimo, si trovò a vivere un periodo storico assai difficile per le comunità Cristiane nascenti che erano oggetto di continue e furiose persecuzioni.

La Leggenda

Si narra che un giorno San Valentino stesse prendendosi cura del suo giardino come era solito fare e che udì un’aspra discussione tra una giovane coppia poco distante da lui. Trovandosi di fronte questa situazione e rimanendo fortemente turbato da ciò che i suoi occhi avevano davanti, la sua bontà d’animo e la purezza di Cuore presero il sopravvento. Con una naturalezza carica d’Amore colse dal suo giardino una delle più belle rose rosse e si avvicinò alla coppia che colti alla sprovvista e percepita la contagiosa calma del Santo subito interruppe la discussione.

Il Santo affidò a loro la rosa rossa chiedendogli di prendersene cura e di prestare reciprocamente attenzione al partner per evitare di ferirsi con le spine presenti in essa.

I due trovandosi così ad avere un “bene superiore” di estrema bellezza di cui prendersi cura dimenticarono all’ istante il loro litigio. Successivamente la coppia si presentò al cospetto del Santo chiedendo la benedizione della loro unione e di essere sposati da lui stesso.

Una volta sposati la storia si diffuse viralmente e il vissuto della coppia divenne un esempio molto in voga, tanto che molte altre persone si recarono a Terni per poter far benedire la loro unione.

La Morale e il Significato di questa festa 

L’exemplum si identifica quindi nel sacrificio, da parte di due innamorati, di lasciar in disparte i loro screzi e poter vivere il loro rapporto all’ insegna del compromesso e della reciproca protezione raggiungendo così un amore puro, sereno ed armonioso.

Nonostante i tempi siano cambiati, le relazioni e i sentimenti ad esse connessi, così come le dinamiche che ne determinano i vari cambiamenti sono rimaste le stesse. Ecco perché nel giorno dell’anniversario della morte del Santo, ovvero il 14 febbraio, si usa regalare delle rose rosse.

Che fungano da complemento ad una cena al ristorante, come dolce pensiero inviato ad una persona a noi cara ma lontana, come una richiesta di pace in un momento di difficoltà o come una dichiarazione d’ Amore a tutto tondo, non dovranno mai mancare delle rose rosse per rendere speciale la giornata di due innamorati.

 

Clicca sulle immagini per scoprire dettagli relativi alle composizioni proposte. Se ti è piaciuto il nostro articolo condividilo sui tuoi social!

Margherita Fiore Giallo e Delicato

La margherita, detta anche “pratolina”, è scientificamente denominata Leucanthemum. Appartiene alla famiglia dell’Asteracee ed è un fiore molto diffuso sul territorio Italiano.
La margherita, caratterizzata per la sua semplicità, è contraddistinto da un bottoncino giallo e piccoli petali intorno, solitamente bianchi o gialli.

Continua a leggere